Associazione Promozione Sociale Benevento


gio 25-02-2021 11:13:38 n.28, di redazione

Borgosud di Donatella Di Pietrantonio

I "pensieri sparsi" di Angelo Miraglia

Pensieri sparsi dopo la lettura di "Borgo sud" di Donatella di Pietrantonio. 
Mi sono avvicinato alla lettura di questo libro avendo letto il precedente " l'Arminuta" di cui rappresenta il capitolo successivo e, oserei dire, la necessaria estensione, per comprendere la poetica della scrittrice.
Anche in questo libro si scava a fondo nei sentimenti, che da familiari diventano quasi di comunità. La storia adesso si sviluppa nell'ambito di piccole comunità nelle quali forte è la presenza di tutti gli atteggiamenti ad essa legati: i pettegolezzi,  le piccole invidie, gli screzi che talvolta si trasformano in odio e avversione profonda.
Si stagliano in questo clima le storie dei nostri personaggi che abbiamo notato già nel precedente lavoro dell'autrice.
Conosciamo ancora più a fondo Adriana, la sorella di Lele' (l'io narrante quasi mai citato), il marito di lei Rafael, il figlio Vincenzo ed il microcosmo raccontato in particolari minuziosi e puntuali con una scrittura piana e facile.
Resta, alla fine della lettura, una forma di malcontento, come se mancasse in tutto il racconto qualcosa  e qualcuno da amare.
Forse il sentimento che pervade il libro è il disincanto per una vita che si voleva diversa e nella quale la protagonista non ha voluto immergersi fino in fondo come chi resta sulla riva del mare di Borgo sud e si lascia bagnare dagli schizzi di vita degli altri, in primis della sorella Adriana.

 

Categ letto per voi, letto 50 volte